Etichettatura versatile

Il sistema DecoBloc di Krones AG è la risposta ideale a tutte le esigenze di etichettatura, con colla a caldo e a freddo, autoadesiva o con sleeve retraibili ed estensibili.

Una sola etichettatrice per tutti i tipi di confezionamento: in futuro, la DecoBloc sviluppata da Krones AG di Neutraubling (in Italia, Krones Srl) consentirà infatti di collegare in bloc l'etichettatrice modulare con un carosello Sleevematic, un tunnel di termoretrazione Shrinkmat e un asciugatore Linadry per l'asciugatura preliminare dei recipienti. Con questo bloc, quindi, gli utilizzatori possono eseguire tutti i comuni processi d'etichettatura con una flessibilità ancora maggiore: dall’etichettatura con colla a caldo e a freddo a quella autoadesiva o con sleeve retraibili ed estensibili. Le stazioni d'aggancio sono dotate di un dispositivo motorizzato di regolazione dell'altezza, che permette - con la semplice pressione di un pulsante - di preparare in modo rapido le stazioni d'etichettatura per il cambio del prodotto, indipendentemente dal livello del pavimento. La macchina è disponibile in diverse dimensioni, con rendimenti fino a 72.000 recipienti/h. I servomotori garantiscono un'elevata precisione di confezionamento. Nel caso si debbano applicare etichette tubolari, inoltre, è possibile scegliere tra sleeve retraibili, con tunnel di termoretrazione Shrinkmat inserito a valle, o sleeve estensibili.
I recipienti possono anche essere orientati mediante telecamera in base ai rilievi o al loro profilo; in questo modo anche etichette e sleeve vengono orientate in modo ottimale rispetto alla bottiglia.

Un concept per l’imballaggio del futuro Krones AG coglie l’occasione di Interpack per presentare una tipologia d'imballaggio secondario dal design assolutamente innovativo, che risponde alle attuali tendenze di mercato nell’ambito del confezionamento dei recipienti di PET: ricerca di ecocompatibilità e risparmio d'energia e risorse. Rispetto infatti alle soluzioni tradizionali, gli utilizzatori potranno ottenere un notevole risparmio sui costi. In genere, per l'imballaggio secondario dei recipienti di PET si scelgono confezioni termoretraibili (con una quota di mercato superiore al 30% in crescita tendenziale). Per produrre il film termoretraibile, tuttavia, sono necessarie materie prime fossili, e il processo di termoretrazione nel tunnel richiede un consumo energetico piuttosto alto. Con il suo nuovo sviluppo, Krones intende invece offrire un’alternativa sostenibile ed efficace, in grado di far risparmiare risorse: un sistema di confezionamento completo, che include sia il packaging sia la relativa tecnologia meccanica e che interpreta i concetti d’imballo del futuro.
Le sue caratteristiche verranno illustrate a Interpack, dove Krones propone un nuovo “pack concept” destinato a rivoluzionare l’imballaggio secondario dei contenitori di PET. Al momento non è possibile svelare altro… perché i dettagli verranno forniti in fiera.